?>
background

Area Riservata

Chi è Online

 1816 visitatori online

Un trasporto segno di speranza

392867 Scania Genova 2È stato per noi un onore essere stati scelti dal consiglio della Magnifica Comunità di Fiemme per questo trasporto che ho affidato al nostro autista Marco Boninsegna, felice di questo incarico così speciale. Un lavoro delicato, importante, dal grande valore simbolico, che non poteva non essere portato a compimento che da un autista esperto e dal nostro nuovo Scania R450”, così esordisce Luciano Piazzi, titolare dell’Autotrasporti Piazzi, un autotrasportatore che continua la tradizione iniziata dal nonno Emiliano.

In azienda, oltre al titolare, lavorano anche la moglie Nadia e la figlia Jenny, responsabili degli aspetti amministrativi e logistici. “La nostra è una piccola realtà familiare, giunta alla terza generazione, che negli anni ha avuto un certo sviluppo, grazie alla specializzazione nel trasporto di ceramiche. Da Sassuolo le ceramiche vengono trasportate in Trentino - Alto Adige, da dove ripartiamo con il nostro carico di bancali in legno realizzati dalle segherie della val di Fiemme, verso varie località lungo l’asse del Brennero”.Questo trasporto verso Genova ben si sposa con lo spirito “solidaristico” di Luciano Piazzi, per ben 15 anni vigile del fuoco volontario: “Per me è importate sentirmi parte della nostra comunità, e quando le numerose associazioni di volontariato organizzano qualche evento io cerco di dare, come posso, il mio contributo”.Così parla del cliente Francesco Cetto, di Scania Commerciale: “Seguo questo cliente da alcuni anni e ne apprezzo la concretezza, la voglia di crescere e migliorare passo dopo passo. Pur gestendo una piccola realtà, è aperto all’innovazione non solo sul fronte del prodotto, ma anche dei servizi. È stato infatti uno dei primi in valle a scegliere i contratti di manutenzione Scania e ora ha voluto siglare il contratto per il pacchetto tachigrafo che permette lo scarico dei dati da remoto”.Luciano Piazzi conclude: “Con questo trasporto abbiamo contribuito a dare un segno di speranza agli abitanti di un quartiere e di una città ferite e sono contento che, anche in questo caso, “il grifone svedese” sia stato al nostro fianco!”.

Un trasporto segno di speranza