?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1390 guests online

NORMATIVE - Rc auto, le novità del decreto sviluppo.

 

assicurazione-autocarro-300x217Il decreto crescita 2.0, pubblicato sul Supplemento ordinario n.194 alla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre 2012, prevede novità importanti per l'assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per i veicoli.


La norma introduce l'articolo 170 bis nel codice delle assicurazioni private stabilendo il divieto di stipulare il contratto per una durata superiore all'anno e l'abolizione del tacito rinnovo, con la conseguenza che al termine dell'anno di durata, l'assicurato interessato ad avvalersi della stessa compagnia assicurativa dovrà necessariamente stipulare un nuovo contratto.
Questi divieti operano anche per i contratti di assicurazione eventualmente stipulati in abbinamento a quello della RC Auto.
Le clausole in contrasto con i nuovi divieti sono nulle e la nullità opera soltanto a vantaggio dell'assicurato.
Ecco cosa cambia concretamente con l'entrata in vigore del decreto legge n. 179/2012. Per tutti i contratti stipulati dopo il 20 ottobre 2012, nonché, però solo a far data dal 1° gennaio 2013, per tutti i contratti stipulati prima del 20 ottobre 2012, l'assicurato non potrà più beneficiare, alla scadenza, della tolleranza di quindici giorni. Attenzione, dunque, ai controlli effettuati dalle forze di polizia sulla copertura assicurativa, specialmente dal 1° gennaio prossimo. Infatti, ai sensi dell'art. 193 del codice della strada, la mancanza di assicurazione comporta il pagamento di una sanzione di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo finalizzato alla confisca.
L'altra novità riguarda il nuovo "contratto base", uno schema di polizza standard che comprende tutte le garanzie minime che l'assicurazione auto deve contenere. Ogni compagnia dovrà avere per legge nella sua offerta anche questa polizza. Il prezzo del "pacchetto base" sarà libero e il consumatore potrà fare un reale confronto della convenienza per lo stesso prodotto offerto da compagnie diverse.

Le assicurazioni saranno obbligate a indicare con precisione le eventuali coperture aggiuntive e il loro costo. Il confronto risulterà più facile soprattutto per le polizze online che il provvedimento vuole agevolare in quanto "veicolo" di concorrenza.

NORMATIVE - Rc auto, le novità del decreto sviluppo.