?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1223 guests online

Stress e ansia da guida, ecco cosa dicono gli italiani

uid 1309d4b720cSecondo il sondaggio Direct Line guidare provoca ansia al 48% degli italiani. Sono in molti a somatizzare lo stress con mal di testa, aumento dei battiti cardiaci o senso di nausea, il parcheggio selvaggio è il comportamento che irrita di più Mal di testa, tachicardia, nausea, nervosismo, senso di angoscia: sensazioni come queste di solito si provano guardando un film horror ma per gli italiani, purtroppo, si presentano nel momento più impensabile: quando si trovano al volante della propria auto.

Per gli amanti delle quattro ruote quello della guida è un autentico momento di piacere eppure, secondo l’ultimo sondaggio del Centro Studi e Documentazione Direct Line, l’ansia del conducente colpisce regolarmente quasi un italiano su due. Affrontare quotidianamente il traffico delle ore di punta o percorrere chilometri su chilometri per spostamenti di routine ovviamente non aiuta, tanto che il 48% degli italiani somatizza la stanchezza provocata dalla guida diventando più ansioso, mentre per il 37% cresce a dismisura il senso di irritazione. C’è anche chi manifesta lo stress in maniera più fisica che psicologica: il 15% del campione percepisce un aumento della sudorazione alle mani, il 14% viene colto da attacchi di mal di testa, il 13% lamenta addirittura un aumento del battito cardiaco. Infine, il 6% degli intervistati dichiara di avere una sensazione di nausea e confusione generale. Ma le sorprese non finiscono qui. Analizzando le risposte per fasce di età, sono i più giovani a manifestare, infatti, maggiori segnali di ansia e stress alla guida: chi ha meno di 25 anni, in particolare, si mostra particolarmente colpito dall’ansia (il 56% contro il 48% della media nazionale) così come il 26% manifesta una maggiore sudorazione alle mani o un’accelerazione del battito cardiaco.

Fonte: repubblica.it

Stress e ansia da guida, ecco cosa dicono gli italiani