?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1570 guests online

ADR 2021, recepito anche in Italia il nuovo accordo sulle merci pericolose

imagesCon decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 13 gennaio scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.34 del 10 febbraio 2021, anche in Italia è stata recepita la Direttiva UE 2008/68 concernente il trasporto di merci pericolose su strada rendendo così operativa la versione ADR del 2021 che per i trasporti internazionali è già comunque obbligatoria dallo scorso 1° gennaio 2021 mentre per quelli nazionali lo diverrà dal prossimo 1° luglio. Riportiamo di seguito le principali novità riguardanti:

 

o    Gestione dei rifiuti medicali infettanti, con inserimento del numero ONU 3549 in riferimento ai rifiuti medici solidi contenenti materie infettive di categoria A generate dal trattamento medico degli esseri umani, o dal trattamento veterinario degli animali;

 

o    Trasporto delle batterie al piombo(con prescrizioni specifiche sugli imballaggi);

 

o    Inserimento nella classe 7 (radioattivi) degli SCO III (oggetti contaminati superficialmente);

 

o    Trasporto idrocarburi, pitture, profumi, adesivi scarti (Cap. 3.1.2.8.1.4), con prescrizioni specifiche per i numeri ONU 3077 e 3082;

 

o    Trasporto batterie al litio(cap. 4.1.4.1), con la nuova disposizione speciale “390” prevista per i numeri ONU 3091 “batteria al litio metallico contenute in un dispositivo” e 3481 “Pile al Litio Ionico contenute in un dispositivo”;

 

o    Sempre per le batterie al litio, l’esenzione prevista al cap 1.1.3.7, secondo cui le disposizioni dell’ADR non si applicano ai dispositivi di stoccaggio e di produzione di energia elettrica (per esempio pile al litio, condensatori elettrici, condensatori asimmetrici, dispositivi di stoccaggio ad idruro metallico e pile a combustibile):

 

o    installati in un veicolo che esegue un’operazione di trasporto e destinati alla sua propulsione o al funzionamento di uno dei suoi equipaggiamenti;

 

o    contenuti in un equipaggiamento per il funzionamento di tale equipaggiamento o destinati ad un’utilizzazione durante il trasporto (per esempio un computer portatile);

 

o    Relazione d’incidente. L’obbligo di presentazione all’Autorità competente in caso di incidente è esteso anche allo Scaricatore;

 

o    Consulente A.D.R. L’obbligo di nomina è stato esteso alle aziende che rivestono il ruolo di puro speditore

 

 

 

ADR 2021, recepito anche in Italia il nuovo accordo sulle merci pericolose