?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1429 guests online

Corsi CQC: il COVID-19 impone l'uso dell'e-learning e delle aule virtuali

indexCon una Circolare del 30 ottobre 2020 il Direttore Generale della D.G. OT, Alessandro Calchetti, ha inteso recepire le istanze che le Associazioni dell'autotrasporto  avevano, nelle settimane scorse avanzato, circa la necessità  - vista la difficoltà sempre maggiore per gli allievi che avessero la necessità di rinnovare la CQC, di frequentare i Corsi di formazione periodica a causa delle limitazioni imposte dalla lotta al COVID-19 - di consentire la fruizione degli stessi Corsi con modalità di e-learning. Scrive, infatti, il Direttore Calchetti che " ....questa Direzione Generale, nel rispetto dei limiti posti dalla normativa di settore, alla quale neppure la normazione di urgenza ha inteso accordare deroghe, ritiene di non poter modificare la disciplina delle assenze rispetto a quella di cui al Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 20 settembre 2013. Tuttavia:

 

-     nello spirito di massima collaborazione possibile specie in una fase emergenziale quale quella attuale;

 

-     considerato che la direttiva (UE) 2018/645 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 aprile 2018, che modifica la direttiva 2003/59/CE sulla qualificazione iniziale e formazione periodica dei conducenti, come recepita nell'ordinamento nazionale dal Decreto Legislativo 10 giugno 2020, n. 50, prevede - tra l'altro - che possa essere accordato il ricorso ad "e-learning ed apprendimento integrato, per una parte della formazione, garantendo nel contempo la qualità della formazione" stessa;

 

-     acquisita la definizione di e-learning quale l'utilizzo delle nuove tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell'apprendimento agevolando l'accesso a risorse e servizi nonché gli scambi e la collaborazione a distanza (Piano d'azione europeo 2001) e considerato che esso si sostanzia in una metodologia didattica che offre la possibilità di erogare contenuti formativi elettronicamente attraverso Internet o reti Intranet, in una soluzione di apprendimento flessibile, in quanto fortemente personalizzabile e facilmente accessibile;

 

-     considerato che pertanto un sistema di e-learning deve prevedere lo sviluppo di un ambiente integrato di formazione che utilizzi tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare le risorse per l'apprendimento, attraverso l'interazione di modalità quali: l'autoapprendimento asincrono attraverso la fruizione di contenuti preconfezionati disponibili sulla piattaforma di erogazione, l'apprendimento in sincrono attraverso l'utilizzo della videoconferenza e delle aule virtuali e l'apprendimento collaborativo attraverso le attività delle comunità virtuali di apprendimento;

 

-     nelle more del decreto ministeriale di attuazione del citato decreto legislativo n. 50 del 2020 che ne definirà a regime le modalità e le procedure di fruizione, e limitatamente ai corsi di formazione periodica, per le ragioni su rappresentate ed ad ulteriore integrazione delle linee guida di cui alle circolari prot. n. 24304 del 09.09.2020 e prot. n. 26029 del 23.9.2020, si dispone quanto segue.

 

Per tutta la durata dell'emergenza sanitaria da COVID-19 è consentita la frequenza dei corsi di formazione periodica anche facendo ricorso alla modalità e-learning, in misura non superiore a dieci ore (pari circa al 29% della durata del corso).

 

La frequenza del corso in modalità e-learning, precisa la Circolare, prevede l'utilizzo di un computer desktop, di un laptop portatile o di uno smart-phone e presuppone la fruizione di tali strumenti in ambienti in cui sia presente, necessariamente, una connessione internet. Ove tali circostanze non fossero realizzate, anche solo per motivi tecnii di connessione, l'allievo sarà considerato assente. Peraltro la Circolare prende atto delle difficoltà e - in sede di prima applicazione - consente che, stante anche l'urgenza delle misure richieste, l'erogazione di massimo dieci ore di corso periodico per la CQC, in modalità e-learning, possa avvenire attraverso l'utilizzo di piattaforme webinar con le modalità, illustrate nella Circolare che consigliamo agli interessati di leggere con la massima attenzione, atte a garantire almeno l'apprendimento e la partecipazione ad aule virtuali nonché l'apprendimento collaborativo attraverso le attività delle comunità virtuali di apprendimento.

 

Corsi CQC: il COVID-19 impone l'uso dell'e-learning e delle aule virtuali