?>
background

Area Riservata

Chi è Online

 1717 visitatori online

Parola d’ordine: fare sistema!

antimo catSecondo recenti studi, con un completo rinnovo del parco dei veicoli industriali su gomma circolante, nell’arco di vent’anni - da qui al 2039 - si avrebbe un risparmio di 22 miliardi di litri di gasolio, pari a una riduzione della Co2 emessa di 58 milioni di tonnellate.Un risultato ottenibile a patto che tutte le forze in campo condividano lo stesso obiettivo e all’autotrasporto venga riconosciuta la centralità che gli spetta nel sistema Paese.

Perché il problema è che il nostro settore non sta affatto bene: sempre da questi studi, infatti, è emerso che negli ultimi 10 anni i costruttori hanno perso 1,5 miliardi di fatturato, l’autotrasporto 135mila posti di lavoro e lo Stato 105 milioni di entrate fiscali.In parole povere, rimaniamo il fanalino di coda. Non certo come la Germania e la Spagna, che invece vanno avanti…

Ben venga allora l’emendamento della Manovra finanziaria che porterà a 50 milioni di euro il fondo per la rottamazione dei veicoli più obsoleti, ma abbiamo bisogno di più: il Governo deve sentire le nostre esigenze e noi tutti dobbiamo impegnarci facendo sistema, restituendo dignità al nostro settore e lavorando affinché le giuste risorse siano impiegate nella preparazione professionale dei giovani.

Temi affrontati anche durante l’incontro di domenica 9 dicembre, “Strumenti normativi e associativi per superare la crisi”, organizzato da Trasportounito a San Vitaliano (Napoli), proprio con l’obiettivo di discutere, tra operatori del settore e reali protagonisti del comparto, quali azioni sia necessario e sempre più urgente mettere in campo per migliorare le sorti del nostro settore.

Di sicuro il 2018 è stato un anno molto intenso e impegnativo, abbiamo lavorato sodo per eventi come TraspoDay, che per noi significa moltissimo, perché fa parte di quell’azione sinergica che da anni stiamo mettendo al servizio del comparto: rappresentanza istituzionale, associazioni, servizi per l’autotrasporto, informazione… Tutte iniziative fondamentali per tenere alta l’attenzione. Abbiamo avuto anche una bella edizione di Truck in Sud, momento più ludico ma ugualmente importante per sentirsi uniti.

Non ci resta dunque che salutarvi con questo ultimo numero del 2018, augurandovi Buone Feste e augurandoci di ritrovarvi sempre più numerosi!

 

 

(Tratto dal numero di Dicembre 2018 di Free Services Magazine)

 

Antimo Caturano

Parola d’ordine: fare sistema!