?>
background

Area Riservata

Chi è Online

 1599 visitatori online

Zone Economiche Speciali (ZES), un Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri fissa le regole per la loro creazione

zesCon Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri n.12 del 25 gennaio 2018, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n.47 del 26 febbraio scorso, sono state fissate le regole per la creazione delle Zone Economiche Speciali (ZES). Una ZES è definita, nel provvedimento in questione, come una zona geograficamente limitata, costituita anche da aree territorialmente non adiacenti alla Regione interessata ma che hanno, con essa, un nesso economico funzionale, in cui deve essere compresa almeno un’area portuale con le caratteristiche definite nel Regolamento 1315/2013.

La possibilità di realizzare le ZES è stata prevista dall’art.4 del D.L. 81/2017 per le regioni meno sviluppate individuate dalla normativa comunitaria (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Le aziende che vorranno investire nelle ZES potranno beneficiare di una serie di agevolazioni di carattere fiscale ed ammnistrativo, come ad esempio il dimezzamento dei tempi per il rilascio delle autorizzazioni, gli oneri amministrativi ed istruttori più bassi, ecc.

Tutte quelle regioni prive di aree portuali idonee possono chiedere l’istituzione di una ZES solo in forma associata o in associazione con un’area portuale idonea, dando vita così a ZES interregionali.

La ZES è istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, emanato su proposta del Presidente della Regione Interessata (più Regioni in caso di ZES interregionali), sentiti tutti i sindaci delle aree coinvolte.

La proposta di istituzione della ZES deve essere accompagnata da un Piano di Sviluppo strategico nel quale vengano indicate le semplificazioni amministrative da adottare per favorire la realizzazione degli investimenti delle imprese localizzate nella ZES e le agevolazioni ed incentivi che la Regione stessa intende concedere senza gravare sulle finanze dello Stato.

Una Zona Economica Speciale ha durata compresa tra i 7 e i 14 anni, prorogabili per altri 7 e la gestione fa capo ad un Comitato di indirizzo presieduto dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale di riferimento.

Zone Economiche Speciali (ZES), un Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri fissa le regole per la loro creazione