?>
background

Area Riservata

Chi è Online

 1463 visitatori online

Associazioni e politica

Autotrasporto: dinanzi alla totale indifferenza del governo, proclamato il fermo nazionale dal 6 al 9 agosto 2018

unatras per sitoUNATRAS (Unione Nazionale delle Associazioni dell’autotrasporto merci) ha reso noto, tramite un comunicato inviato alla CGSSE (Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali), al Primo Ministro, Giuseppe Conte ed al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Danilo Toninelli, che dalle ore 00.00 di lunedì 6 alle ore 24.00 di giovedì 2018 compresi, l'autotrasporto italiano attuerà il fermo del settore, già più volte minacciato.

Divieti di circolazione: le Associazioni chiedono un incontro ai Ministeri dei Trasporti e dell' Interno

associazioniCon lettera sottoscritta nella giornata di venerdì 8 giugno 2018, le Associazioni delle imprese di autotrasporto hanno chiesto un incontro urgente al Direttore generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dott. Virginio di Battista, e al Direttore del Servizio di Polizia Postale del Ministero dell’Interno, Dott. Giovanni Busacca.

Pacchetto mobilità: il Parlamento europeo stoppa la Commissione

Europa FlagIl Parlamento Europeo, nella sessione odierna svoltasi a Strasburgo ha respinto la proposta della Commissione Trasporti di avviare immediatamente i negoziati con i ministri dell'Ue sui 3 rapporti elaborati dalla Commissione  sul Pacchetto Mobilità e dei quali abbiamo dato notizia nei giorni scorsi.In particolare  la proposta di respingere il testo della Commissione sul distacco dei conducenti è stata approvata con 343 sì, 263 no e 24 astenuti

TrasportoUnito: AUTOTRASPORTO IN GINOCCHIO PER L’AUMENTO DEL PREZZO DEL GASOLIO

indexSituazione fuori controllo per le imprese italiane di autotrasporto che rischiano di dover cessare l’attività in conseguenza dell’aumento di oltre il 10% nel prezzo del carburante; secondo Trasportounito la situazione è ormai deteriorata a tal punto da non poter escludere una mobilitazione di categoria e l’apertura di specifiche vertenze sia di filiera sia nelle singole realtà aziendali.