?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1560 guests online

Parte con segno negativo il 2019 dei veicoli rimorchiati: il primo trimestre a -1,9%

5cbec4c07e451 CS RS febbraio2017Sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Centro Studi e Statistiche di UNRAE ha elaborato una stima del mercato dei Rimorchi e Semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5 t che per il primo trimestre del 2019 denuncia un calo dell’1,9% rispetto allo stesso periodo del 2018 (con 4.664 unità immatricolate contro 4.754), con il mese di marzo a -3,9% rispetto al marzo 2018.

La situazione è scoraggiante - commenta Sandro Mantella, Coordinatore del Gruppo Rimorchi Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE, l’Associazione delle Case estere - e le notizie secondo le quali il fondo investimenti per il 2019 è stato ridotto a 25 milioni per l’annualità 2019 non crea certo un’atmosfera favorevole all’ottimismo. Il fondo investimenti è una forma di sostegno che, nell’ambito dei contributi destinati all’autotrasporto, pur con tutti i suoi limiti contribuisce al rinnovo del parco. Guardiamo quindi con estrema preoccupazione all’ennesimo taglio dei fondi per gli investimenti, e ci auguriamo che almeno le formule del Superammortamento e della Legge Sabatini possano continuare ad essere operative ed utilizzabili anche per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci”.Mentre aspettiamo di sapere quali saranno gli orientamenti del decisore politico - continua Mantella - proseguiamo comunque il dialogo con le Direzioni competenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con le quali UNRAE ha ottime e consolidate relazioni, per cercare le soluzioni tecniche più praticabili che consentano a industria e Pubblica Amministrazione di aggiornare norme e procedure al fine di garantire la produttività e la competitività del settore.Il Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE ha aperto al suo interno alcuni tavoli di lavoro su temi specifici, proprio per raccogliere documentazioni e proposte da discutere con i colleghi tecnici del Ministero, secondo comuni intendimenti”.Con l’intenzione di snellire gli adempimenti nazionali per l’omologazione e l’immatricolazione dei veicoli in generale, e degli allestimenti specifici per il trasporto di merci - conclude Mantella - UNRAE segue con attenzione l’evoluzione dei lavori parlamentari sulla riforma del Codice della Strada, dove la delegificazione delle prescrizioni tecniche, auspicata e richiesta da molto tempo, consentirebbe intanto un più rapido adeguamento alle prescrizioni tecniche europee e internazionali, facilitando il lavoro di tutti.”

Parte con segno negativo il 2019 dei veicoli rimorchiati: il primo trimestre a -1,9%