?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 2459 guests online

Il MIT indica le operazioni ancora effettuabili presso gli UMC e riepiloga le proroghe introdotte dal D.L. 18/2020

b58be3d36b894cec88ab2dc99ddb346a LCon una Circolare a firma del Direttore del Dipartimento dei Trasporti, Dott.ssa Speranzina De Matteo, il MIT illustra le operazioni indifferibili che l'utenza può tuttora effettuare presso gli Uffici della Motorizzazione e riepiloga le numerose proroghe di validità di attestati, certificati, ecc. introdotte dal D.L. 17/03/2020 n. 18

 

Le operazioni che si potranno effettuare, ovviamente con tutte le accortezze per la sicurezza dell'utenza e dei lavoratori della Motorizzazione, presso gli Uffici Provinciali, sono le seguenti:

 

1.         visita e prova ed immatricolazione di veicoli da destinare ad attività connesse alla gestione dell'emergenza sanitaria e dei servizi pubblici di trasporto (autobus, mezzi di soccorso, );

 

2.         visita e prova ed immatricolazione di veicoli "con titolo" adibiti al trasporto di merci e di persone;

 

3.         visita e prova e immatricolazione di veicoli adattati per la guida o per il trasporto di persone disabili;

 

4.         visite periodiche ATP limitatamente per ai veicoli che effettuano, nel corrente periodo, trasporti in ambito internazionale;

 

5.         autorizzazione all'esercizio della professione (iscrizione al REN);

 

6.         trasporto di merci nell'ambito dell'UE/SEE/Svizzera: rilascio delle copie conformi delle licenze comunitarie per il trasporto di merci;

 

7.         trasporto di merci in ambito extra – UE: compilazione dei certificati che dichiarano l’avvenuta revisione periodica del veicolo pesante (veicolo a motore/veicolo rimorchiato) – Modello CEMT, Annex 6 ove si annota la proroga della scadenza della revisione in Italia;

 

8.         rilascio delle copie conformi delle licenze comunitarie per trasporto di passeggeri;

 

9.         autorizzazioni per i servizi di linea - rilascio della documentazione da tenere a bordo

 

L'elenco delle proroghe, invero piuttosto lungo, introdotto dagli articoli 92, comma 4 e 103, commi 1 e 2, decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18e che trova, ancor di più, la sua ragione nella frase contenuta nel D.L. secondo cui: Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020”, è il seguente:

 

           estratti della carta di circolazione rilasciati dagli UMC ai sensi dell’art. 92, comma 1, c.d.s., in deroga al termine massimo di validità di 60 giorni;

 

           ricevuta rilasciata dalle imprese di consulenza ai sensi dell'articolo 7, comma 1, della legge 8 agosto 1991, n. 264, come previsto dall’art 92, comma 2, c.d.s., in deroga al termine massimo di validità di 30 giorni;

 

           fogli di via, rilasciati ai sensi dell’art. 99 c.d.s., fermo restando che si tratta di autorizzazioni provvisorie non già alla circolazione “ordinaria” bensì esclusivamente finalizzata a condurre i veicoli ai transiti di confine;

 

           carte di circolazione, e le relative targhe EE, rilasciate ai sensi dell’art. 134, comma 1, c.d.s.;

 

           autorizzazioni alla circolazione di prova, di cui al DPR 24 novembre 2001, n. 474, per le quali non sia già pendente il procedimento di rinnovo

 

           validità dell'autorizzazione alla circolazione relativa ai veicoli dotati di alimentazione a metano (CNG),

 

           prove periodiche, nell’intervallo di 3 o 6 anni, sulle cisterne, 

 

           verifiche periodiche dei veicoli in regime ATP.

 

Ricordiamo, da ultimo, che un'altra serie di proroghe, riguardanti in particolare le patenti in scadenza e gli esami per il loro conseguimento, così come i CFP ADR e le CQC erano stati già decisi con precedenti provvedimenti ministeriali

 

 

 

Il MIT indica le operazioni ancora effettuabili presso gli UMC e riepiloga le proroghe introdotte dal D.L. 18/2020