?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 1204 guests online

Tavolo di Partenariato fermo al palo, Confetra scrive al ministro Toninelli

65695068 2378945199014686 5436204801639579648 nI problemi della logistica e del trasporto tornano sul tavolo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti grazie alla richiesta, avanzata da Confetra e dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, di convocazione del tavolo di Partenariato.

La missiva, indirizzata direttamente al Ministro Danilo Toninelli, è un nuovo segnale delle insofferenze del settore, ormai da anni costellato di problemi non risolti e, a volte, neanche affrontati. 

"Il nostro ordinamento - si legge nella lettera di Confetra e dei sindacati - ha introdotto presso il suo Ministero il Tavolo di Partenariato per la Logistica ed i Trasporti. Tale Tavolo, riunito una sola volta alla fine della precedente legislatura avrebbe il delicato e prezioso compito di favorire un confronto organico e strutturato tra decisore pubblico e “corpi intermedi”, favorendo quel reciproco ascolto indispensabile ai fini di una governance condivisa delle politiche pubbliche di settore. Almeno sulle grandi strategie proprie di un Sistema Paese chiamato a misurarsi su grandi temi di scenario - le integrazioni oligopolistiche verticali, la digitalizzazione e l'automazione, le restrizioni protezionistiche sui mercati internazionali, gli interessi nazionali rispetto alla Via della Seta, la regolamentazione comunitaria e nazionale, la prossima revisione delle reti TEN-T da parte della UE, l'approvazione del Pacchetto Mobilità - che determineranno il profilo e la competitività dell'industria logistica nazionale per i prossimi decenni. Parliamo di 108mila imprese, 800mila addetti, 85 miliardi di valore, il 9% del Pil del Paese".

"Vi sono poi tanti dossier su questioni più specifiche, che pure meriterebbero un momento di confronto tra il Ministero e le forze sociali: lo stato di attuazione del Contratto di Programma RFI legato alla piena realizzazione dei Corridoi, la sorte degli incentivi per lo shift modale Ferrobonus e Marebonus che termineranno quest'anno, le tante crisi occupazionali in tanti porti, l'organizzazione del lavoro e dei servizi nei nuovi settori legati all'e-commerce ed alla distribuzione urbana. Solo per citare alcuni esempi. Le chiediamo quindi, signor ministro - conclude la lettera delle organizzazioni di categoria - di riconvocare la più presto il Tavolo di Partenariato, dando struttura e continuità a tale lavoro, nell'auspicio che esso possa divenire lo strumento reale e permanente di confronti su questi, e su tutti gli altri temi, attorno ai quali si gioca un pezzo importante della competitività del Paese".

Tavolo di Partenariato fermo al palo, Confetra scrive al ministro Toninelli