?>
background

Area Riservata

Chi è Online

We have 2333 guests online

Associazioni e politica

Tutte le Associazioni del settore chiedono a MIT, MINSALUTE e MININTERNO 12 risposte urgenti su questioni decisive per una sicura effettuazione dei servizi di trasporto

82025a2866f1f4a6c9e40cd2dfe221cf LTutte  le Associazioni di rappresentanza delle imprese di Autotrasporto hanno unitariamente raggiunto l'intesa su un insieme urgente di richieste necessarie a dare risposta a questioni che, ancorché tecniche, hanno una rilevantissima importanza per assicurare l’efficiente funzionamento di un settore decisivo per sostenere lo sforzo del Paese in queste drammatiche circostanze. Le richieste sono state trasmesse sempre nella serata di ieri ai Capi di Gabinetto dei tre Ministeri - Infrastrutture e Trasporti, Interno e Salute - con le maggiori competenze in tema di regolazione della organizzazione sociale e sanitaria del Paese, oltre che della disciplina dell'autotrasporto, in questa fase di emergenza causata dalla pandemia COVID19.

CORONAVIRUS: gli Stati membri dell'UE uniscono le forze sulla priorità di mantenere attivi i trasporti e la mobilità

indexSi è tenuta ieri,  convocata dalla presidenza croata, la videoconferenza informale di alto livello dei ministri dei trasporti dell'UE. La riunione ha visto una discussione costruttiva e di ampio respiro sul modo migliore per garantire la continuità economica, il flusso regolare di beni essenziali - compresi cibo e medicine - la salute e la sicurezza di i lavoratori dei trasporti e la loro libera circolazione attraverso i confini, concentrandosi sul contenimento dell'epidemia.

TrasportoUnito: emergenza crediti insoluti, un’azienda su due verso il crack

indexCon 1,5 miliardi di crediti insoluti e con controparti che non pagano il trasporto e, con l’emergenza, rinviano ulteriormente nel tempo, il saldo di fatture che avrebbero dovuto essere coperte ben prima dell’esplosione del Coronavirus, almeno metà delle imprese italiane di autotrasporto rischia di chiudere in tempi brevissimi.

Coronavirus: nessuna autocertificazione per i conducenti alla guida dei tir

indexTrasportounito: contraddizioni normative, obbligo di mascherine, chiusura delle aree di servizio autostradali alle 18.00. Una gimkana fra normative inattuabili e disattenzione delle modalità operative del trasporto e della logistica

Il conducente che è seduto al posto di guida del suo camion è già nel suo posto di lavoro. Anche solo pensare che debba esibire un documento di autocertificazione risulta a dir poco grottesco e prova di una totale “non conoscenza” della tematiche del trasporto merci e della logistica.